sabato 19 settembre 2015

Due piccole mantelle

Questa è la prima.
Ho usato 6 gomitoli di una lana trovata alla LIDL, ogni gomitolo: 60m/50gr (di più non so) e ferri n.6.


 
La lunghezza totale è di 52 cm.
Per le larghezze:
collo 50 cm,
spalle 88 cm,
bordo 130 cm

Particolare della treccia che forma il bordo e coste a legaccio

Particolare delle coste oblique e delle coste a legaccio

Coste oblique

E' lavorata in verticale, con la tecnica dei ferri accorciati, utilizzati per ogni diversa sezione del lavoro. Anche se ho eseguito più spesso i ferri lunghi, perché temevo che il collo mi venisse troppo stretto.
E' poi cucita, cercando di far combaciare bene i bordi e rendere poco visibile la cucitura.


















ESECUZIONE
Avviare con l'uncinetto (utilizzando un filo diverso) 66 maglie. Questo è utile nel momento in cui si va a cucire il lavoro.
Suddividere nel 1° ferro le diverse sezioni, evidenziandole con dei marcapunti.
Abbreviazioni:
m - maglia
dir - diritto
rov - rovescio
MP - marcapunti
TW- girare (ferro accorciato)
Lavorare sempre a diritto la prima maglia di ogni ferro (vivagno)


Schema treccia (14 maglie)

22
X X X








X X X
21
O O O X X X X X X X X O O O
20
X X X X X X X O O O O X X X
19
O O O X X X X X X X X O O O
18
X X X X X X X O O O O X X X
17
O O O X X X X X X X X O O O
16
X X X X X X X O O O O X X X
15
O O O X X X X X X X X O O O
14
X X X X X X X O O O O X X X
13
O O O X X X X X X X X O O O
12
X X X X X X X O O O O X X X
11
O O O








O O O
10
X X X O O O O X X X X X X X
9
O O O X X X X X X X X O O O
8
X X X O O O O X X X X X X X
7
O O O X X X X X X X X O O O
6
X X X O O O O X X X X X X X
5
O O O X X X X X X X X O O O
4
X X X O O O O X X X X X X X
3
O O O X X X X X X X X O O O
2
X X X O O O O X X X X X X X
1
O O O X X X X X X X X O O O
X= diritto O= rovescio 

intrecciare

Coste a legaccio:
1° f. : a diritto
2° f. : a rovescio
3° f. : a diritto
4° f. : a diritto
Riprendere dal primo ferro.

Coste oblique:
1° f.: *2 dir, 2 rov * ripetere fino alla fine
2° f.: *2 rov, 2 dir*  ripetere fino alla fine
3° f.: 1 rov, *2 dir, 2 rov* ripetere fino alla fine
4° f.: 1 dir, *2 rov, 2 dir*  ripetere fino alla fine
continuare così spostando sempre le coste.


1° ferro: 1 vivagno, 2 rov, 8 dir, 3 rov (treccia del bordo inferiore), MP, 2 dir, MP, 6 dir (coste a legaccio), MP, 2 dir, MP, *2 dir, 2 rov* (ripetere per 5 volte), MP, 2 dir, MP 20 dir.
2° ferro: lavorare le maglie come si presentano, tranne che per le maglie centrali della treccia, di cui 4  alternativamente sono a legaccio e 4 a maglia rasata.
3° e 4° ferro: continuare la lavorazione così come si presenta.
5° ferro: lavorare le prime 24 m ( cioè 14+2+6+2), TW
6° ferro: lavorare le maglie seguendo gli schemi
7° ferro: lavorare le prime 46 m ( cioè 14+2+6+2+20+2), TW
8° ferro: lavorare le maglie seguendo gli schemi
9° ferro: lavorare tutte le maglie
10° ferro: lavorare le maglie seguendo gli schemi
11° ferro: riprendere dal 5°.
Continuare così per la larghezza desiderata.

Per rendere più gradevole il collo, l'ho lavorato alternando 16 coste legaccio (32 ferri) e 20 ferri a maglia rasata.
Per rendere più largo il collo ho ripetuto più spesso i ferri "lunghi" ( quelli dove non c'é girata): mi sono regolata misurando di volta in volta.
Nel momento in cui si andrà a cucire, si scuce il filo diverso usato per montare le maglie, così diventa più semplice eseguire la cucitura.
Sul web sono tanti i tutorial che spiegano sia la tecnica del turn and wrap (ferri accorciati) sia l'esecuzione delle cuciture.
Buon lavoro a chi vorrà provare!


E questa è l'altra!
E' fatta con lo stesso tipo di lana.
La tecnica è la stessa: ferri accorciati, lavorando i diversi"pezzi" a lavorazione diversa in modo da allargare il fondo.
Qui il collo l'ho fatto a grana di riso, così cade meglio.
Poi ho usato ancora le coste a legaccio, perché mi piace l'effetto che fanno.
Infine le trecce: questa volta due molto diverse. Sopra una treccia piatta, che s'intreccia a i bordi; sotto una grossa treccia alternata a legaccio.
Le misure sono uguali all'altra.






Particolare della treccia doppia a legaccio che fa da bordo.

Particolare della prima treccia, larga, con incroci laterali.